Dall’11 novembre 2016 al 29 gennaio 2017, il Complesso del Vittoriano ospita nell’Ala Brasini una mostra completamente dedicata ad Antonio Ligabue, pittore naïf di origini italiane, la cui opera rappresenta oggi una delle figure più interessanti dell’arte del Novecento. Un excursus storico e critico permette al visitatore di ammirare dipinti ad olio, sculture in bronzo, disegni e incisioni per un totale di circa 100 opere. Oltre ad una ricca serie di autoritratti, i soggetti rappresentati sono soprattutto animali: cavalli, buoi al lavoro, lotte da pollaio, tigri dalle fauci spalancate, leoni mostruosi, serpenti e aquile che ghermiscono la preda o lottano per la sopravvivenza. Quella che l’artista immagina e realizza è una vera e propria giungla fra i boschi del Po.

L’esposizione è promossa dalla Fondazione Museo Antonio Ligabue di Gualtieri, è curata da Sandro Parmiggiani, direttore della Fondazione e da Sergio Negri, presidente del comitato scientifico, con l’organizzazione generale di Arthemisia Group e C.O.R.

Annunci