Entrare nello studio di un artista permette di carpire aspetti intimi difficilmente intuibili: l’atelier, infatti, è uno spazio fisico e mentale, il luogo d’incubazione dell’opera d’arte dove l’artista cela il pensiero, la meditazione, la riflessione e l’azione del suo creare. Che sia bottega o factory, alcova o salotto letterario, immacolato ufficio o caotica officina di immagini, successi e fallimenti, lo studio dell’artista rappresenta un oggetto di riflessione complesso, una sfida e una promessa per chi pensa la storia dell’arte come lo straordinario risultato delle relazioni plurali che ne hanno orientato la creazione.

Ricostruzione dello studio di Leonardo Da Vinci
Studio di Claude Monet
Atelier di Pierre Auguste Renoir
Studio di Paul Cézanne
Gustav Klimt
Studio di Gustav Klimt
Atelier di Picasso
Atelier di Pablo Picasso
Studio di Constantin Brancusi
Studio di Giorgio De Chirico
Studio di Giacomo Balla
Atelier di Joan Miró
Studio di Frida Kahlo
Studio di Francis Bacon
Studio di Jackson Pollock
Factory di Andy Warhol

Veronica Verzella

RIPRODUZIONE RISERVATA

Bibliografia e sitologia di riferimento

Annunci