Lo Steampunk è un movimento artistico e culturale nato tra gli anni Ottanta e Novanta del XX secolo. Il genere gioca con anacronismi e tecnologie, immaginando “come sarebbe il passato se il futuro fosse accaduto prima”.

Gli autori steampunk prediligono la Londra vittoriana e la popolano di automobili a vapore e complesse costruzioni meccaniche innaturali. Tra i più talentuosi artisti del genere figura il lituano Arturas Tamasauskas.

Steam Machine

Il cerchio del tempo passa inesorabilmente, come il meccanismo di un orologio. Noi siamo parte di quel meccanismo: persone che lavorano, creano, amano, sognano e recitano un ruolo per un tempo infinito. Siamo i registi e gli attori di noi stessi.

Nato nel 1963 da una famiglia di insegnanti, Arturas vive un’adolescenza imbevuta di “musica e arte”. Crea macchine, animali e personaggi volanti utilizzando parti metalliche di oggetti riciclati, dà nuova vita a ciò che vita non ha più.

Nella creazione uso diversi materiali: merci, cose vecchie e cestini inutili. Per me è un piacere poter trasformare le cose inutili, dando loro l’opportunità di esistere in un’altra forma, estendere la loro presenza nell’espressione artistica.

L’artista lituano guarda alla realtà con stupore e non con disincanto. Ricostruisce il mondo con meccanismi diversi da quelli di cui è composto, con una cultura che non si è ancora arresa all’industria di massa, con parametri architettonici ed estetici che puntano al bello piuttosto che all’utile. In pieno stile Steampunk.

Astronautas
Astronautas

Veronica Verzella

RIPRODUZIONE RISERVATA

Sitologia di riferimento

Annunci