L’Istituto Giapponese di Cultura di Roma sorge nella zona di Valle Giulia, tra la Facoltà di Architettura e la Galleria Nazionale d’Arte Moderna.

L’architetto Yoshida Isoya ha realizzato la struttura edilizia, avvalendosi di tutte le caratteristiche dell’originale edificio di legno del periodo Heian: i pilastri sporgenti dalle pareti esterne, la lunga gronda, il contrasto fra il bruno scuro dei pilastri ed il bianco della parete, le finestre a grate, il peristilio ai lati esterni, la scalinata d’ingresso. Non meno importante è il giardino che lo circonda, progettato da Ken Nakajima. Vi compaiono tutti gli elementi essenziali e tradizionali del giardino stile sen’en: il laghetto, la cascata, le rocce, le piccole isole, il ponticello.

Con numerose rassegne cinematografiche, concerti di musica tradizionale, mostre di artigianato, visite guidate al giardino, l’Istituto è un piccolo angolo di Giappone, un’occasione imperdibile per conoscere e apprezzare il fascino senza tempo della cultura nipponica.

Veronica Verzella

RIPRODUZIONE RISERVATA

Sitologia di riferimento

Annunci